entipubblici
cittadinanza
impresa

I cantieri sperimentali

I Cantieri Sperimentali hanno rappresentato nel percorso avviato dal progetto LAB.net Plus una delle azioni principali con lo scopo di favorire lo scambio di buone pratiche tra gli operatori e il trasferimento di expertise in tema di recupero e riqualificazione del patrimonio costruito storico. Molto efficace è stato il coinvolgimento delle popolazioni locali, attraverso una serie d’incontri volti a favorire la consapevolezza della propria identità cultu­rale attraverso il riconoscimento del valore del proprio patrimonio costruito storico. L’azione di valorizzazione è avvenuta attraverso una serie di attività volte alla conoscenza quali laboratori didattici per i più giovani, seminari, convegni, visite guidate o l’impiego del Social Networking.

In Sardegna l’azione si è concretizzata attraverso la realizzazione di due cantieri. Il primo è stato un Cantiere Sperimentale Osservatorio, realizzato presso un’antica abitazione di Lunamatrona (VS). Il progetto di restauro dell’edificio si è basato sui principi della bioedilizia e la ripresa di tecniche costruttive tradizionali. Il laboratorio si è occupato di seguire e documentare le diverse fasi di lavorazione, il materiale raccolto ha costituito i contenuti delle schede tecniche e le informative sul recupero. Il secondo cantiere è scaturito dalla convergenza di due progetti che hanno dato vita al Cantiere Sperimentale Didattico, denominato “Di Pietra” presso il comune di Florinas, il cui obiettivo è stato quello d’instaurare un rapporto di scambio delle conoscenze tecniche, tra gli operatori di settore. Il cantiere si è sviluppato su un progetto esistente denominato “Polo per la sostenibilità ambientale” con lo scopo di riqualificare un’area degradata del paese attraverso l’applicazione di azioni improntate sull’innovazione e tradizione. Obiettivo raggiunto in pieno dal cantiere è stato quello di diffondere la conoscenza attraverso lo scambio di buone pratiche, la divulgazione delle conoscenze tecniche e la diffusione delle lavorazioni tradizionali applicate nel campo del recupero.

Il cantiere della Corsica si è compiuto attraverso una serie di cantieri aperti finalizzati alla valorizzazione dei “Sentieri del Patrimonio”, attraverso approcci attivi alla sensibilizzazione e alla formazione delle popolazioni locali. Particolare attenzione è stata posta alle fasi del progetto in cui l’animazione e la formazione favorissero i legami tra le popolazioni locali. L’obiettivo perseguito é stato quello di rafforzare l’attaccamento della popolazione ai loro luoghi di vita, di renderli coscienti delle potenzialità del proprio territorio e di incitarli a conoscerlo meglio, a saperlo ricostruire, a viverlo quotidianamente, ad interagire con esso e divenire così attori attivi nella loro valorizzazione. Dei veri e propri momenti di condivisione e scambio.

Con il cantiere sperimentale della Toscana si è intervenuti su una cascina di un villaggio della Formentera con l’obietti­vo di attuare un intervento di recupero “a regola d’arte” di un piccolo manufatto rappresentativo delle modalità costruttive di gran parte del patrimonio edilizio della Lunigiana. E’ stata creata l’occasione per la valorizzazione dei saperi tradizionali e per un loro trasferimento alle nuove genera­zioni. La fase partecipativa e di formazione ha visto coinvolti un gruppo di studenti dei Geometri che hanno contributo a loro volta alla redazione di un manuale illustrativo dell’intervento di recupero e delle tecniche utilizzate.

Il cantiere sperimentale della Regione Liguria si è costituito della creazione fisica di un “social network locale”, ovvero un cantiere virtuale fatto di hot spot, reti wi-fi, PC, il cui oggetto oltre allo scambio delle relazioni tra le comunità locali ha riguardato anche la conoscenza e la diffusione dei saperi tradizionali, delle tecniche costruttive dei manufatti del patrimonio edilizio locale, e la costruzione di progetti di sviluppo in modo partecipato e condiviso. Per ogni area del laboratorio regionale sono stati realizzati diversi filmati che hanno permesso di riprodurre una visione organica degli antichi mestieri del territorio, riprendendo e montando le esperienze ritenute particolarmente significative per la storia materiale del territorio.

Per approfondire le esperienze dei vari partner si rimanda alla pubblicazione dei cantieri sperimentali.

Galleria fotografica dei cantieri sperimentali della rete transfrontaliera

utenti online: 22
visite:  

Login